закрыть

Bosco della Favara e della Granza

˙
Bosco della Favara e della Granza

Bosco della Favara e della Granza

Bosco della Favara e della Granza
Bosco della Favara e della Granza
37-bosco-granza-favara
37-bosco-granza-favara

Un vero è proprio paradiso terrestre dove crescono indisturbate querce, roverelle e lecci e, soprattutto, suggestive sugherete secolari tra le quali quelle di Bosco Granza.
Le aree più esterne della riserva sono caratterizzate dalla presenza di ampelodesma, ferula mediterranea e asfodelo mediterraneo; quindi troviamo ginestre, cisto, prugnoli e biancospini.
I due boschi (Granza e Favara) si estendono sui rilievi di Cozzo Boves, Monte Roccellitto e Pizzo Conca.
In certi posti la vegetazione è così intricata, con piante lianose e ricche di spine, da impedirne l’accesso.

il piccolo lago Bomes Altro ambiente presente nella riserva è il piccolo lago Bomes(foto), che si trova a 865 m s.l.m. sull’omonimo cozzo: si tratta di una piccola depressione del suolo che raccoglie le acque delle alture circostanti. Esso non è un lago vero e proprio, ma rientra nella categoria degli stagni temporanei, infatti si riempie con le piogge autunnali di un sottile strato d’acqua, per tornare completamente asciutto in primavera inoltrata o in estate.
Le cime più elevate (Cozzo Bomes, 1.073 m s.l.m., Monte Roccellito, 1.145 m s.l.m. e Pizzo Conca, 1.002 m s.l.m.) sono formate  da rocce le cui superfici presentano, fossilizzate, ondulazioni simili a quelle dei fondali marini sabbiosi.
Tutta l’area ha, quindi, una bassa permeabilità per cui si è sviluppata una fitta rete di ruscelli e corsi d’acqua che caratterizzano il paesaggio e lo solcano in valli più o meno ampie, andando poi a confluire nel Fiumetorto e nell’Imera Settentrionale.
passero scoperto a Ficuzza nel 1900 da J. WhitakerPer quanto attiene alla fauna, il bosco della Favara  ospita il delizioso codibugnolo di Sicilia (foto, un passero scoperto a Ficuzza nel 1900 da J. Whitaker), cince, merli, usignoli, upupe, ghiandaie, volpi, istrici, martore…
Immancabili, come sempre, le coltivazioni dei contadini ed i pascoli che rendono il paesaggio profondamente bucolico.

Luoghi correlati

Gurfa caves

Gurfa caves Spectacular stone complex from whose date is unknown. There are some who think it is from the Neolithic period (5th millenium BC) who attribute it to the Phoenicians because of the...

Mura Pregne

Mura Pregne The countryside around Termini Imerese and Sciara is full of agriculture but also archeology. Even today it is a very mysterious place and one that had been inhabited from the...

Himera

  Himera Himera was one of the most important of the Greek cities in Sicily. It was settled in 648 BC and saw two major battles, one in 480 and one in 409 BC, both against the...