chiudi

Cavagrande del Cassibile

˙
Cavagrande del Cassibile

Cavagrande del Cassibile

Cavagrande del Cassibile
Cavagrande del Cassibile
cavagrande-casssibile-mammasicily-1
cavagrande-casssibile-mammasicily-1
cavagrande-casssibile-mammasicily (6)
cavagrande-casssibile-mammasicily (6)
cavagrande-casssibile-mammasicily (3)
cavagrande-casssibile-mammasicily (3)
cavagrande-casssibile-mammasicily (4)
cavagrande-casssibile-mammasicily (4)
granchio-fiume
granchio-fiume

??????????????Il “paradiso terrestre”, come spesso è etichettato questo posto, altro non è che un profondissimo canyon attraversato dal fiume Cassibile e nel quale, in quasi tremila ettari di estensione, il fiume ne combina di tutti i colori.
Ma sono colori verdi:laghetti, cascate, oasi acquatiche dominate dai platani e dalle orchidee, grotte,…
Cavagrande è stata plasmata dall’acque del fiume Cassibile che si è inzuppato nel tenero calcare, come fosse biscotto.
Lunga 10 chilometri e profonda 250 metri, il viaggiatore si aggira incredulo tra le altissime pareti  di questa goladove anche la presenza dell’uomo non manca.
Si vedono diverse tombe scavate nella rocciae tracce di abitazioni rupestri,  i cosiddetti dieri (casa in arabo). Nelle pareti sono state scavate ottomila tombe rupestri del tipo a grotticella, databili tra il decimo e il nono sec. a.C.

 

??????????????La suggestione dell’ambiente è chiaramente unica ed è un paradiso non solo per il  visitatore ma anche per l’inginità di volatili e non che lo abitano.
Ogni anno è meta di migliaia di visitatori. Questo è il regno del platano orientale, tipico dell’Europa sud-orientale e dell’Asia occidentale e di fatto, Cassibile ne è l’estremo limite naturale occidentale. I platani, insieme a  salici, lecci, pioppi e frassini, formano gallerie di fitto bosco, addentrandosi nel quale si giunge in fondo alla cava, segnata dal passaggio delle acque.

 

granchio-fiumeLa loro limpidezza particolare, permette la vita all’esigente granchio di fiume (foto), all’anguilla ed alla biscia.
Cassibile è, insieme a poche altre aree in Sicilia, luogo di riproduzione della trota macrostigma, la trota autoctona della nostra isola, caratterizzata da punteggiatura nera su fondo argenteo nei fianchi. Volpi e conigli, ricci e donnole sono frequenti, così come svariati rapaci di grande taglia.
Ricca anche la fauna acquatica: dalle trote alle anguille alle rane.
Tra coloratissime farfalle e paesaggi incantevoli essa regala profondissime emozioni e momenti spirituali.

Cavagrande è una vera e propria “conquista” da parte del visitatore che per arrivarci deve fare una gran bella discesa nel fondovalle.

 

??????????????

A seguire un vademecum per l’escursionista:

1° indossare scarpe da trekking o da tennis (non si può entrare con scarpe aperte)

2° il sentiero principale denominato “Scala Cruci” è fruibile dalle ore 8,00 alle ore 19,00

3° portare acqua da bere

4° dislivello tra accesso e fondovalle: 320m circa

5° percorso: 1.700m circa (gradini e sentiero sterrato)

6° percorso sconsigliato a individui con problemi d’asma, respiratori, cardiaci, d’allergia e donne in gravidanza

7° in caso di pioggia la riserva rimane chiusa 2-3 giorni circa

8° nella riserva non c’è rete di telefonia mobile (i cellulari non prendono)

9° si consiglia di scendere nelle ore più fresce (fino alle 9,00) e risalire dopo le 17,00

10° Coordinate GPS: N 36 58’6.40 E 15 5’35.13

Luoghi correlati

Eloro e la Villa del Tellaro

Eloro e Villa del Tellaro   Fondata nel VII sec a.C. Eloro è un antica città greca, i cui ruderi si trovano alla foce del Fiume Tellaro, nei pressi di Noto. Si trova in un posto eccezionale...

Noto antica

Noto Uno dei grandi capolavori della Sicilia archeo – naturalistica dove  paesaggio e opere dell’uomo trionfano. Noto Antica si chiama in questa maniera per distinguerla dalla nuova,...

Grotta di Spinagallo

Più un valore storico che qualcosa di particolarmente sentieristico. Un siciliano che vuole fare un percorso meditativo sull’origine della vita nella sua isola potrebbe fare una sorta di training...