chiudi

Tindari

˙
Tindari

Tindari

Tindari
Tindari
tyndaris-mamma-sicily-1
tyndaris-mamma-sicily-1
Tindari tyndaris-mamma-sicily (10)Leggendario posto appollaiato su un promontorio a strapiombo sul mare. Tindari è certamente uno dei siti più belli di Sicilia. E’ un paesino neanche tanto piccolo, ma talmente pieno di cose, che gli abitanti stessi sono pochissimi, come se dovessero fare spazio e tutte queste emergenze !
Tyndaris è stata fondata nel 396 a.C. da Dionigi il Vecchio, tiranno di Siracusa.Divenne nei secoli successivi anche una roccaforte dell’impero romano.

 

 
tyndaris-mamma-sicily (8)

Iniziamo la visita percorrendo la strada dove sono le fortificazioni greche a doppia cortina di blocchi con torri quadrangolari e porta a tenaglia.L’impianto urbano era caratterizzato dalla presenza di una serie di isolati dell’ampiezza di circa 30 metri formati da 3 strade principali (decumani): un tipico impianto a scacchiera (Ippodameo).

 

 

 

tyndaris-mamma-sicily (18)

 

In questa area urbana è stato portato alla luce un isolato completo (insula IV), che a causa del terrazzamento presenta gli edifici su diversi livelli. Nella parte inferiore del decumano sono sei tabernae (botteghe commerciali) tre delle quali hanno retro bottega. Vi è una domus (casa B) con peristilio a 12 colonne e capitelli dorici ed un’altra (casa C) con colonne con capitelli corinzi. Entrambe le case sono del periodo romano (I sec a.C.)

 

 

tyndaris-mamma-sicily (1)

 

Ma quello che lascia a bocca aperta è lo straordinario complesso termale, praticamente quasi intatto e comunque leggibilissimo. Tepdiarium Calidarium e Frigidarium sembrano ancora pronti all’usoa.

Si vedono anche gli spogliatoi e splendidi mosaici tra i quali uno che raffigura la Trinacria, simbolo di Sicilia.

 

 

 

tyndaris-mamma-sicily (12)Certamente il monumento più affascinante è il teatro greco del IV secolo a.C. che successivamente i romani modificarono per i gladiatori dell’anfiteatro. Scavato nella roccia, con il mare a strapiombo, conteneva fino a circa 3000 persone. In età romana vi si aggiunse un portico e la ricostruzione della scena, di cui restano solo le fondazioni e un’arcata. L’orchestra venne trasformata in un’arena, circondando la cavea con un muro e sopprimendone i quattro gradini inferiori.

 

 

 

tyndaris-mamma-sicily (22)Altro monumento di interesse è la cosiddetta Basilica, un portico a due piani del IV secolo a.C., con grande galleria centrale con volta a botte e nove arcate e fiancheggiata da due strade sormontate da archi “a cavalcavia”. Conduceva all’agorà che si trovava dove adesso è il santuario della caratteristica Madonna nera.

E, laggiù, in fondo in fondo nel mare, i laghetti: acqua imprigionata da dune sabbiose. Circoletto rosso.

 

Luoghi correlati

Laghetti di Marinello

Laghetti di Marinello (Riserva Naturalistica) Sono spettacolari laghetti marini intrappolati da lingue di sabbiaproprio sotto l’altissima rupe culminante, nella parte più alta, con la...

Antiquarium di Tindari

Tra la Basilica e il Teatro, a monte del decumano, sorge questo museo che conserva i reperti della bellissima Tindari, colonia prima greca e poi romana. Moltissimi gli oggetti, tra i quali: due Nikai...

Abacaenum

Fu un’antica città fondata dai Siculi e poi ellenizzata da Dionigi di Siracusa verso il IV secolo a.C.Famosa la sua zecca e le sue monete, con i simboli classici della scrofa e del...